Di Redazione

Interrotta una celebrazione per condannare la corruzione

Si sono registrate proteste nei campi di Tinduf, nel sud dell’Algeria, contro la corruzione.

Nella giornata di ieri 27 febbraio c’è stata una protesta per la gestione di quelle che vengono chiamate le prigioni del Polisario, il gruppo che controlla i campi. Le proteste sono legate alla liberazione dei figli di alcuni funzionari locali che erano detenuti con l’accusa di omicidio nella prigione di Dhahabiyah.

Le proteste sono avvenute durante delle celebrazioni locali di fronte agli occhi dei leader dei campi con slogan che denunciavano la complicità della leadership nella liberazione dei membri di una banda accusata di omicidio.

Il Forum Forsatin ha dichiarato che a queste proteste, che hanno portato all’interruzione delle celebrazioni, hanno partecipato le famiglie delle vittime di due detenuti liberati, fino a quando le forze di sicurezza locali non sono intervenute per disperdere la folla.

Fonte: https://kifache.com/434962/