Di Redazione

Non c’è alternativa all’accordo politico di Skhirate “per risolvere la crisi libica”. Lo ha dichiarato ieri sera a Rabat il ministro degli Affari esteri, della cooperazione africana e dei marocchini residenti all’estero, Nasser Bourita, sottolineando che questo accordo costituisce un parametro di riferimento. “L’accordo di Skhirate è una base che non può essere esclusa nella ricerca di una qualsiasi soluzione alla crisi libica”, ha insistito Bourita in una dichiarazione alla stampa dopo i colloqui con il presidente dell’Alto Consiglio di Stato libico, Khalid Al Mishri. Il ministro ha anche sottolineato che questo accordo conferisce legittimità alle istituzioni e a tutte le componenti del dialogo e deve rimanere un riferimento nel contesto di tutti gli sviluppi di questo fascicolo e delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell’Onu. Il re del Marocco, Mohammed VI, “sostiene tutti gli sforzi e le iniziative dei libici per raggiungere una soluzione che garantisca alla Libia la sua unità nazionale e la sua sovranità e che consenta di evitare interferenze straniere”, ha affermato Bourita.