Di Redazione

La città di Dakhla diventerà un hub per le aziende statunitensi che intendono commerciare con l’Africa. E’ quanto ha annunciato l’ambasciatore degli Stati Uniti in Marocco, David Fisher, nel corso di un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa marocchina “Map”. “La decisione degli Stati Uniti, relativa all’apertura di un consolato a Dakhla “consentirà a questo paese di beneficiare della posizione strategica del Marocco come hub per il commercio in Africa, Europa e Medio Oriente”. Inoltre, parlando della cooperazione marocchino-statunitense nella gestione del rischio in regioni strategiche come il Maghreb e il Sahel, il diplomatico ha ricordato che i due paesi hanno firmato una road map lo scorso ottobre, per la cooperazione in materia di difesa per dieci anni, specificando che questo accordo rafforzerà gli sforzi di modernizzazione intrapresi dal Marocco per affrontare le minacce regionali. Infine, quando gli è stato chiesto circa l’importanza di un decreto presidenziale nel sistema legale Usa, l’ambasciatore ha spiegato che in base alla Costituzione “il Presidente, attraverso il ramo esecutivo del Governo federale, conduce la diplomazia con le altre nazioni”.